BIROn - Birkbeck Institutional Research Online

Le nazione hanno bisogno di cittadini sani e coraggiosi': le displaced persons, l'unrra e la sanità pubblica

Reinisch, Jessica (2008) Le nazione hanno bisogno di cittadini sani e coraggiosi': le displaced persons, l'unrra e la sanità pubblica. In: Crainz, G. and Pupo, R. and Salvatici, S. (eds.) Naufraghi della pace: Il 1945, i profughi e le memorie divise d'Europa. Rome, Italy: Donzelli. ISBN 9788860362711.

Full text not available from this repository.
Official URL: http://www.donzelli.it/libro/1877/naufraghi-della-...

Abstract

Naufraghi nella tempesta della pace»: un documentario della «Settimana Incom» del 1947 evocava così la tragedia dei profughi dell’Istria. Si aggiungevano a milioni e milioni di altri «naufraghi», frutto degli sconvolgimenti della guerra e del dopoguerra: milioni di persone sradicate dalla propria terra dalle deportazioni operate dalla Germania nazista e dalla Russia staliniana, ex prigionieri, donne e uomini in disperata fuga dall’inferno della Shoah o dalle zone martoriate dagli spostamenti del fronte. E a questa marea di profughi se ne somma un’altra, alimentata da milioni di persone espulse a forza dai paesi dell’Europa centro-orientale. Il dramma delle popolazioni tedesche ha qui un rilievo centrale: già con la fuga disperata davanti all’Armata rossa nell’ultima fase della guerra, e poi con le espulsioni dell’immediato dopoguerra dalla Cecoslovacchia, dalla Polonia, dall’Ungheria, dalla Romania, dalla Jugoslavia, ove il loro dramma si aggiunge a quello degli italiani dell’Istria. Si pensi ai polacchi e agli ucraini vittime di feroci espulsioni reciproche da territori in cui avevano convissuto per secoli, e ad altre sofferenze ancora: si inizieranno allora a intravvedere i contorni di una fra le pagine più rimosse della storia europea. I saggi a più mani che compongono il volume sono volti a illuminare alcuni squarci di questa vicenda, in cui drammi personali e collettivi si intrecciano: le sue origini lontane e al tempo stesso il suo collocarsi nel difficile dopoguerra di un’Europa profondamente piagata e già avviata verso le nuove divisioni e lacerazioni della guerra fredda. Essi evocano, infine, le profondissime ferite di memoria che quel trauma ci ha lasciato, nella convinzione che elaborare collettivamente il lutto di un tragico passato è un momento necessario nella costruzione di un futuro comune.

Item Type: Book Section
School or Research Centre: Birkbeck Schools and Research Centres > School of Social Sciences, History and Philosophy > History, Classics and Archaeology
Depositing User: Administrator
Date Deposited: 01 Mar 2011 09:15
Last Modified: 17 Apr 2013 12:17
URI: http://eprints.bbk.ac.uk/id/eprint/1698

Archive Staff Only (login required)

Edit/View Item Edit/View Item