BIROn - Birkbeck Institutional Research Online

    Narrare le atrocità: come inglesi e statunitensi 'raccontano' la violenza di guerre

    Bourke, Joanna (2004) Narrare le atrocità: come inglesi e statunitensi 'raccontano' la violenza di guerre. In: Baldissara, L. and Pezzino, P. (eds.) Crimini e memorie di Guerra. Napoli, Italy: Ancoradel, pp. 113-126. ISBN 9788883251351.

    Full text not available from this repository.

    Abstract

    Book synopsis: L'avvento della guerra totale nel ventesimo secolo ha vanificato tutti gli sforzi compiuti nel secolo precedente di "civilizzare" la guerra (codificandone le forme legittime per proteggere le popolazioni civili, soccorrere i feriti, tenere sotto controllo i prigionieri...). Con la seconda guerra mondiale la violenza è aumentata in maniera esponenziale, con la messa a punto di tecniche di distruzione di massa che hanno reso ancor più insensibili e spietati i carnefici, trasformando i civili in masse anonime di vittime. tutto ciò ha determinato anche un radicale cambiamento nelle narrazioni di guerra e nelle pratiche commemorative e, dunque, nelle politiche della memoria: da allora, guerra e genocidio hanno cominciato a intrecciarsi e i civili sono diventati i testimoni privilegiati della violenza bellica, arrivando a eclissare l'immagine stessa del sodato vittima della guerra.

    Statistics

    Downloads
    Activity Overview
    0Downloads
    68Hits

    Additional statistics are available via IRStats2.

    Archive Staff Only (login required)

    Edit/View Item Edit/View Item